Limitazioni Neopatentati B: cosa devi sapere

Hai appena ottenuto la patente e ti senti padrone del Mondo, libero di sfogare il tuo entusiasmo e di comprare l’auto dei tuoi sogni? Fermati qualche secondo per leggere questo articolo perché prima di immergerti nell’entusiasmante mondo dell’automobilismo, è essenziale comprendere le normative specifiche che i neopatentati devono affrontare nell’acquisto della loro prima auto. Sicuramente sarà solo un ripasso di tutto ciò che la scuola guida ti ha già insegnato, ma avere una guida approfondita sulle regole e le restrizioni che dovrai considerare è sempre utile.

 

 

In sostanza, i neopatentati sono coloro che hanno ottenuto la patente di categoria A, A2, B o B1 da meno di 3 anni.

La scelta dell’auto in questo momento della tua vita deve tener conto delle normative dettate dal Codice stradale, che riguardano principalmente i limiti di cilindrata, kw, cv e potenza delle vetture oltre ai limiti sulla velocità e il tasso alcolemico le politiche di decurtazione punti patente e di bonus. Questi limiti sono progettati per garantire una maggiore sicurezza stradale e una transizione più graduale per i nuovi conducenti nel mondo della guida autonoma.

 

 

Piccola chicca: per verificare se un veicolo rientra tra quelli consentiti ai neopatentati, puoi collegarti al Portale dell’Automobilista, curato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e utilizzare la targa del veicolo di interesse per ottenere informazioni dettagliate sulla sua idoneità per i neopatentati.

 

In ogni caso,  puoi tranquillamente chiedere ai nostri venditori che nel processo di acquisto ti guideranno verso una scelta consapevole.

Quanti kW si possono guidare con la patente B da neopatentati?

Come anticipato, uno dei vincoli più discussi per i neopatentati riguarda la potenza del motore. In Italia, le restrizioni sono basate sul rapporto tra la potenza dell’auto e il suo peso, sui cavalli e sui kW che, di norma, deve corrispondere a 55 KW/t di peso dell’auto (in generale trovi questa info sul libretto di circolazione).

Un altro limite è legato alla potenza dell’auto, che deve essere 70 kW o meno (circa 95 CV).

 

 

 

 

In seguito all’aggiornamento del Codice della Strada di giugno 2023, gli anni in cui valgono queste limitazioni sono ben 3 e non più solo uno. Di conseguenza, durante i primi 3 anni post patente, non si può guidare un’auto senza limiti di potenza, anche nel caso in cui si sia accompagnati da una persona esperta (patente da 10 anni e più). Ricorda che se decidessi di sfidare queste regole, la multa potrebbe farti un bel buco nel portafoglio, dai 161 ai 647 euro, oltre alla possibilità di salutare la tua patente per un bel po’ di mesi.

Quali sono i limiti per un neopatentato

Limiti di velocità

I limiti di velocità riguardano tutti noi automobilisti ma per i neopatentati c’è qualche postilla in più.

 

Nei primi 3 anni di guida, secondo l’articolo 117 del Codice della strada si prevede che:

  • sulle autostrade si possono raggiungere massimo 100 km/h;

  • sulle strade extraurbane principali si possono raggiungere massimo 90 km/h;

  • nei centri urbani si possono raggiungere massimo 50 km/h;

  • sulle strade extraurbane secondarie si possono raggiungere massimo 90 km/h.

 

In generale, superare i limiti di velocità prevede sanzioni notevoli come multe e decurtazioni dei punti della patente. Per i neopatentati la situazione peggiora in quanto le multe iniziano da 161 euro e le decurtazioni dei punti raddoppiano rispetto a quelle previste per i guidatori esperti. Infatti, il codice della strada prevede una decurtazione dei punti patente doppia, ovvero:

  • Da 10 a 40 km/h oltre il limite: meno 6 punti;
  • Da 40 a 60 km/h oltre il limite: meno 12 punti;
  • Oltre 60 km/h oltre il limite: meno 20 punti. 

Quanto alcol può assumere un neopatentato?

Sei giovane e vuoi fare serata con i tuoi bro, lo sappiamo. Ma se sei il guidatore designato devi tenere a mente che la guida sotto l’effetto di alcolici è un reato, e le relative sanzioni sono dettagliatamente descritte nell’articolo 186 del codice della strada.

 

Niente giri di parole, il limite alcolemico deve essere pari a zero. Questo significa che non c’è alcuna tolleranza per l’alcol alla guida durante questo periodo, e superare anche di poco tale limite comporta una multa di 624 euro, se il tasso alcolemico rilevato è minore o uguale a 0,5 grammi per litro.

 

Se il tasso alcolemico supera questa soglia, le sanzioni diventano più severe. Riportiamo di seguito le sanzioni di base:

  • Tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 grammi/litro: Multa da 527 a 2.108 euro e sospensione della patente per 3-6 mesi.

  • Tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 grammi/litro: Ammenda da 800 a 3.200 euro e sospensione della patente per 6-12 mesi, con la possibilità di arresto fino a 6 mesi.

Tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi/litro: Multa da 1.500 a 6.000 euro, arresto da 6 mesi a 1 anno e sospensione della patente per 1-2 anni.

Quanti passeggeri puoi portare da neopatentato?

Oltre alla potenza del motore, i neopatentati subiscono limitazioni anche nel trasporto di passeggeri. In particolare, nelle ore diurne si possono trasportare passeggeri ma non più di tre oltre a se stessi. Inoltre, nel caso di conducenti con meno di un anno di esperienza si possono trasportare solo passeggeri con età superiore ai 25 anni, salvo le dovute eccezioni.

 

Invece, nelle ore notturne, precisamente tra le 24 e le 5, il limite aumenta a un solo passeggero. La normativa è molto recente, fa parte dell’emendamento “Edoardo” del 2022 che ha come obiettivo di migliorare la sicurezza stradale e la riduzione di incedenti causati dalla guida inesperta.

 

Altre cose che (forse) dovresti sapere

Auto per neopatentati

Le normative per neopatentati spesso favoriscono veicoli leggeri e compatti. Le city car rappresentano una scelta eccellente in questo contesto, grazie alle loro dimensioni ridotte, alla manovrabilità superiore e alla facilità di parcheggio.

Optare per una city car non solo soddisferà i requisiti normativi, ma renderà anche più agevoli le tue prime esperienze di guida, specialmente in ambienti urbani.

 

Sicuramente, le city car usate, specialmente le più diffuse sul mercato, appartengono a un segmento favorevole alla reperibilità di pezzi di ricambio. Inoltre rappresentano un’occasione di risparmio nei costi per alimentazione e manutenzione.

 

Non sai quale scegliere? Per aiutarti abbiamo stilato una lista delle migliori auto per neopatentati. Fanne buon uso!

Quale alimentazione auto conviene?

Un altro elemento chiave da considerare è la scelta dell’alimentazione. Sebbene questo aspetto possa sembrare secondario rispetto alle restrizioni di potenza, la decisione tra benzina e diesel può influire sulle prestazioni, sui costi di manutenzione e sull’impatto ambientale. 


Auto a Benzina

Le auto a benzina sono spesso preferite per la loro economicità iniziale e i costi di manutenzione più bassi. Sono ideali per chi guida principalmente in città, poiché offrono consumi più efficienti in condizioni di traffico urbano.

 

Auto a Diesel

Le auto a diesel, d’altra parte, si distinguono per il loro maggior rendimento su lunghe distanze e la maggiore coppia del motore. Sono una scelta sensata per coloro che prevedono di percorrere molte autostrade o che necessitano di una guida più potente.

 

Auto Full hybrid

Le auto ibride rappresentano un compromesso interessante, offrendo una transizione graduale verso la mobilità elettrica. Combinano l’efficienza del motore a combustione con la sostenibilità dell’elettrico per la guida urbana. 

 

Ricapitoliamo

Adesso che ti abbiamo messo un po’ di paura è il momento di scegliere la tua auto. Ma prima direi di fare un recap per avere in mano tutte le carte vincenti e fare una scelta consapevole.

Le limitazioni sulla potenza del motore, ora estese a tre anni dal recente aggiornamento del Codice della Strada, mirano a garantire una guida più sicura e responsabile nei primi

  • I limiti di velocità per i neopatentati, che variano su autostrade, strade extraurbane e nei centri urbani, sono cruciali per mantenere un ambiente stradale sicuro. Le sanzioni per superare questi limiti includono multe e decurtazioni dei punti, con una penalità più severa per i neopatentati.

 

  • La guida sotto l’effetto di alcolici è assolutamente vietata per i neopatentati, con un limite alcolemico di zero nei primi tre anni. Le sanzioni per superare questo limite sono severe, riflettendo la gravità della violazione.

 

  • Infine, consigliamo ai neopatentati di considerare attentamente la scelta del tipo di auto, prestando attenzione a elementi come la leggerezza e la compattezza, oltre a valutare il tipo di carburante più adatto alle proprie esigenze.

 

Ricorda, essere consapevoli delle normative e agire in conformità con esse non solo assicurerà un inizio sicuro e responsabile nel mondo della guida, ma contribuirà anche a costruire una base solida per una lunga e sicura carriera da automobilista.

 

Completato con successo
Ops, c'è stato un errore. Riprova.