Normativa sulle auto per neopatentati

Per avere un’idea precisa di quale sia la normativa sulle limitazioni per neopatentati alla guida, occorre fare riferimento al codice della strada che, all’art. 117, descrive tutto in modo dettagliato. Di seguito troverai una guida pratica e chiara per capire esattamente cosa prevedono le limitazioni alla guida per neopatentati facendo riferimento alle normative attualmente in vigore. Le normative in materia sono state aggiornate molto recentemente e prevedono una serie di nuove regole che i neopatentati devono rispettare per i primi 3 anni dal conseguimento della patente.
pexels-matheus-bertelli-799443

Neopatentati: limiti di velocità.

Se stai prendendo la patente o l’hai appena presa e non ti orienti tra le normative attualmente in vigore sulle limitazioni, una delle prime cose da ricordare è che esistono dei limiti di velocità diversi rispetto a tutti gli altri. Per non incorrere in multe che potrebbero essere anche abbastanza salate o addirittura nella sospensione della patente conviene sempre essere bene informarti. Per i primi 3 anni dal momento del conseguimento della patente, non è consentito il superamento dei 100 km/h come velocità massima sulle autostrade e di 90 per le strade extraurbane principali. Non occorre fare alcuna dichiarazione: i tre anni decorrono automaticamente dalla data ufficiale di conseguimento della patente di guida e si applicano in tutta Italia, senza alcuna distinzione per regione o per comune. ​ E se questi limiti vengono infranti? Attenzione a superarli perché le multe sono salate e potrebbe non essere semplicemente una questione di soldi… ​ Le sanzioni amministrative prevedono penali dai 168 ai 674 euro e già questo fa venire voglia di rispettare i limiti. Tuttavia il pagamento di una multa non è il solo provvedimento davanti al quale ci si ritrova in caso di superamento dei limiti di velocità. Essendo infatti in vigore il sistema di patente a punti, le decurtazioni vanno da un minimo di 6 punti ad un massimo di 20 in base alla velocità in eccesso. Se il limite viene poi superato di 60km/h in più si applica anche il provvedimento di sospensione della patente. Meglio quindi attenersi alle regole e questo non lo dice solo il codice della strada ma anche e soprattutto il buonsenso.

Neopatentati: che auto si possono guidare?

Un neopatentato può guidare qualsiasi auto? La risposta è NO
Non tutte le auto sono idonee alla guida da parte di neopatentati. Per chi ha appena conseguito la patente di categoria B, per il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica superiore a 55kW per tonnellata di peso. Esiste un solo caso in cui queste limitazioni non sono applicabili quando alla guida si trova qualcuno che ha appena conseguito la patente di guida. Questa regola infatti non è applicabile nel caso in cui, sul sedile del passeggero sieda, in qualità di istruttore, una persona al di sotto dei 65 anni con almeno 10 anni di patente di categoria uguale o superiore. In questo caso la legge attribuisce alla figura seduta dalla parte del passeggero il ruolo di supervisione. In questo modo anche un neopatentato può guidare auto con potenze superiori a quelle previste dai limiti contemplati nell’articolo 117 del codice della strada.

Neopatentati e limiti sulla concentrazione di alcool.

Le regole per neopatentati sono diverse.

Premesso che chiunque, indipendentemente dagli anni di patente, dovrebbe scegliere se bere o se guidare, per i neopatentati le regole sono diverse, più restrittive.
Sempre per i primi 3 anni dal conseguimento della patente un neopatentato non può assolutamente guidare se ha consumato alcool. A dirlo è sempre la legge, questa volta all’articolo n. 186bis del codice della strada. Partiamo con lo specificare che il limite per neopatentati è 0,0 grammi per litro. Chi non rispetta
questa normativa rischia una sanzione variabile in base alla concentrazione di etanolo nel sangue. Vuoi sapere a quanto ammontano le multe? Ecco un breve riassunto qui sotto:

  • Fino a 0.5g per litro di sangue (g/l) le sanzioni vanno da 543 a 2170 Euro
  • Tra 0.5 e 0.8 g/l da 543 a 2170 Euro ai quali si vanno ad aggiungere da 3 a 6 mesi di sospensione della patente di guida.
  • Tra 0.8 e 1.5 g/l si arriva fino a 4800 Euro di multa e la sospensione della patente va dagli 8 ai 18 mesi. Non solo, in questo caso potrebbe aggiungersi anche la reclusione fino a 9 mesi.
  • Oltre 1.5 g/l le sanzioni arrivano anche a 9000 Euro e la sospensione della patente potrebbe arrivare fino a 3 anni. Anche in questo caso la reclusione è presente: da 8 a 18 mesi.
Insomma, meglio non scherzare. A quelli che proprio non possono rinunciare all’alcool possiamo consigliare di lasciare l’auto a casa e optare per un taxi oppure salire in macchina con qualcuno che sicuramente non ha nemmeno toccato un bicchiere.
Completato con successo
Ops, c'è stato un errore. Riprova.